The birth of a poem...

The essence of very tiny detail, like a carefully placed comma, or an invisible sigh of admiration, distilled into dewdrops sliding over the long green leaves that protect tulips from overexposure, redeeming the beautiful bold color and adding a dimension of its own.

Then letting it go into thin air, like a weightless particle,arriving in far-away places, like a carefully thought-out idea, a blissful singular event, a flash of infinitesimal brightness, arriving at noon, completely negating shadows and at the same time completely absolving them.

The reign of calm arrived with these words and it is here to stay...



Monday, March 7, 2011

Grandezza

 
Più grande l’odio, più piccolo l’uomo

Più piccolo l’uomo, più corte l’ombra


La stella generosa non si cruccia con dettagli.
Brilla e illumina tutto . Anche quando non sembra.





Puoi rovesciare inchiostro sul cigno bianco

Piuma macchiate, ma è tutto qui

Il cigno rimane un simbolo elegante

Toccante, anche quando l’amore non c’è più.




Puoi rovesciare mari e fiumi

Diventeranno acqua, pioggia generosa

Troveranno il mare dal cielo.

E tutto andrà bene. Perché il cuore grande

Non si cruccia dei dettagli.



Batte e rende tutto piacevole. Anche quando
Il mondo sembra rovinato.



Guarda l’universo. Guarisce ogni pensiero.

Sparisce ogni dubbio leggero.

Più grande il sogno, più fantastica la fine

Più forte la felicità, più delicioso e sublime
L’amore.
I dettagli non esistono.


Prima o poi, tutto torna a posto.
Prima o poi anche le ombre fanno pace col buio.
E dopo rimane solo la bellezza.
La grandezza immensa dell’infinito.
Niente altro.


Odio inutile, uomo di paglia e polvere.
Macchia nera di cielo scuro.

All’alba non importano le sfumature e i dettagli.
La stella generosa rende tutto bello.
E qui mi fermo, la bellezza mi consola.



Qui è sempre.
Niente altro.





No comments: