The birth of a poem...

The essence of very tiny detail, like a carefully placed comma, or an invisible sigh of admiration, distilled into dewdrops sliding over the long green leaves that protect tulips from overexposure, redeeming the beautiful bold color and adding a dimension of its own.

Then letting it go into thin air, like a weightless particle,arriving in far-away places, like a carefully thought-out idea, a blissful singular event, a flash of infinitesimal brightness, arriving at noon, completely negating shadows and at the same time completely absolving them.

The reign of calm arrived with these words and it is here to stay...



Sunday, January 16, 2011

Sogno

Sono il mulino al vento sconfitto da Don Chisciotte

Sono un tulipano bianco grazioso

Sul tasto nero del pianoforte.

Mi perdo tra i gusti di mille colori

gioia dolce e salata.

Grido al mondo con i sussurri del sole

Dico a tutti com'è bello il mare.

Attraverso le montagne, trovo l'albero

giusto per contare i giorni

che non tornano più.

 

Corro senza fermarmi

Volo, faccio magia

Diffondo sorrisi a chi ne ha bisogno

Regalo un pizzico del mio cuore

A chi mi sta vicino.

Lascio tracce nella sabbia

Fino all'arrivo della marea

E faccio un patto con il mare..

Lascio tutti i desideri nel sogno..

E al risveglio non mi farà annegare

nelle lacrime per i sogni che non tornano più.

Posted via email from biljana's posterous

No comments: