The birth of a poem...

The essence of very tiny detail, like a carefully placed comma, or an invisible sigh of admiration, distilled into dewdrops sliding over the long green leaves that protect tulips from overexposure, redeeming the beautiful bold color and adding a dimension of its own.

Then letting it go into thin air, like a weightless particle,arriving in far-away places, like a carefully thought-out idea, a blissful singular event, a flash of infinitesimal brightness, arriving at noon, completely negating shadows and at the same time completely absolving them.

The reign of calm arrived with these words and it is here to stay...



Saturday, July 18, 2009

Sorriso


Un sorriso…
Ogni colore ben preciso
Come un arcobaleno dipinto dai bambini.

Un sorriso…
Un pezzettino di calma sul viso
Rubato dall’eternità verso i confini.

Un sorriso…
L’inizio e la fine di tutto ciò
Che non ha senso
E io penso che l’incubo stia per finire
Che siamo arrivati al posto
Dove i sogni vanno a dormire.
Il faro si spegne, il mare mantiene il segreto
E le parole non servono. Tutto già detto.
Perché ogni domanda uccide la risposta.
Perché io non voglio più capire il perchè
La mia verità tace nascosta..

Questo sono io.
E basta un sorriso
Per tirare fuori il meglio di me
E solo chi ha sofferto
Può capire perché sorrido
Seguendo le tracce del sogno
Di uno piùforte, più triste
Per farmi arrivare a te.

2 comments:

@__davide__ said...

molto bella questa poesia! ciao!

BILJANA said...

Ciao e grazie mille, amico mio! :)